News and Blog

Antiriciclaggio e AI, la nuova sfida di Google Cloud

artivcolo google
Antiriciclaggio e ComplianceNews

Antiriciclaggio e AI, la nuova sfida di Google Cloud

A cura di Sergio Silvestri

Anche Google ha deciso di occuparsi di attività legate all’antiriciclaggio con i propri strumenti di AI. Google Cloud, infatti, ha lanciato Anti Money Laundering AI (AML AI).

Questa iniziativa ha aperto il dibattito: fino a che punto un sistema basato su intelligenza artificiale potrà sostituire l’intervento umano nel rilevare le attività di riciclaggio di denaro? Personalmente sono convinto che il controllo umano sia essenziale per non alimentare ulteriormente le Segnalazioni di Operazioni Sospette prive di fondamento, che finiscono per ingolfare il sistema dei controlli.

Obiettivo dichiarato da Google per AML AI è aiutare i propri clienti a ridurre i costi operativi, migliorando la validità del loro sistema antiriciclaggio.

AML AI utilizza una tecnologia di Machine learning proprietaria, nonché tecnologie Google Cloud, come Vertex AI e Big Query.

Tra gli obiettivi futuri di Google Cloud, quello di aumentare la produttività dei dipendenti, riducendo il tempo necessario a un analista per indagare su potenziali attività sospette.

AML AI, dicono da Google, permetterà maggior rilevazione di rischi, riduzione dei costi operativi, miglioramento di governance, difendibilità e customer experience. Tutto questo fornendo un punteggio di rischio al cliente consolidato, generato dal machine learning, come alternativa agli avvisi di transazione basati su regole.

Il punteggio di rischio è basato su informazioni della banca, modelli di transazione, comportamento in rete e dati KYC. Questo punteggio identifica casi e gruppi di clienti ad alto rischio.

Google Cloud assicura che la soluzione proposta è in grado di adattarsi alle variazioni dei dati di riferimento, fornendo risultati più aggiornati e accurati che migliorano l’efficacia complessiva del programma e la sua efficienza operativa.

“Google è un pioniere dell’AI e ora mette a disposizione i suoi strumenti, le sue tecnologie e le sue competenze per risolvere una delle sfide più grandi e costose del settore dei servizi finanziari – dice Thomas Kurian, CEO di Google Cloud. Con AML AI aiuteremo gli istituti finanziari a rilevare in modo più accurato ed efficiente il rischio di riciclaggio, migliorando al contempo le operazioni commerciali e la governance”.

Tra i soggetti che finora hanno utilizzato AML AI troviamo HSBC, The Hongkong and Shanghai Banking Corporation, Bradesco (una delle principali banche del Brasile) e Lunar (banca digitale).

Jennifer Calvery, Group Head of Financial Crime Risk and Compliance di HSBC sottolinea che “AML AI ha migliorato la capacità di rilevamento delle attività antiriciclaggio. I modelli di Google stanno già dimostrando l’enorme potenziale del machine learning per trasformare le soluzioni di neutralizzazione della criminalità finanziaria nel settore in generale. Potenziando il nostro sistema di monitoraggio con la sofisticata soluzione basata sull’IA, siamo stati in grado di migliorare la precisione del nostro rilevamento dei crimini finanziari e di ridurre il volume degli alert, il che si traduce in meno tempo di indagine speso per inseguire false piste. Abbiamo inoltre ridotto il tempo di elaborazione necessario per analizzare miliardi di transazioni su milioni di conti da diverse settimane a pochi giorni”.

Guardiamo con interesse a questa esperienza, ma i cinque sensi e l’intuizione di cui dispongono gli esseri umani sono ancora indispensabili per questo tipo di verifiche.

Newsletter

Antiriciclaggio
& Compliance
Select the fields to be shown. Others will be hidden. Drag and drop to rearrange the order.
  • Image
  • SKU
  • Rating
  • Price
  • Stock
  • Availability
  • Add to cart
  • Description
  • Content
  • Weight
  • Dimensions
  • Additional information
  • Attributes
  • Custom attributes
  • Custom fields
Click outside to hide the comparison bar
Compare